Donazioni

Protection4Kids è impegnata in diversi progetti online e offline per combattere a 360 gradi le difficoltà che ruotano attorno alla tratta e alla pedopornografia online.

Al momento il tuo contributo sarà essenziale per la realizzazioni di 2 principali campagne in loco.

La prima campagna è quella che svolgiamo assieme all’Organizzazione Chhori. Noi di Protection4Kids la sentiamo molto vicina in quanto ne ha fatto parte la nostra Fondatrice Annachiara Sarto.

L’organizzazione in questione si trova nel cuore pulsante di Katmandu, in Nepal, ed ha una missione encomiabile: salvare le ragazzine, dagli 8 ai 21 anni, obbligate a prostituirsi nei dance club e drogate dai trafficanti di esseri umani per poi fornirgli un supporto psicologico ed educativo per essere reintegrate nella società.

La seconda campagna attiene ad un progetto altrettanto umano ed ambizioso: il Progetto Colombia.

I nostri volontari hanno individuato, in territorio colombiano, un’area sicura e lontana dalle difficoltà della vita in periferia.

La nostra missione è quella di collaborare con le autorità locali per proteggere le bambine colombiane dal business illegale della prostituzione.

Questi importanti progetti sono legati da un principio fondamentale di solidarietà umana. La forza della solidarietà è che unisce le persone nonostante la distanza. Permette di pensare a questi bambini come i nostri figli o fratellini.

Inoltre, la nostra azione vuole essere anche lungimirante. I bambini di oggi sono gli adulti di domani.

Attivarci tutti per spiegargli che hanno un’alternativa è fondamentale per ridare loro la speranza. Spesso, infatti, gli orrori che subiscono li inducono a ritenere che non ve ne sia nemmeno una. Non è così. Una speranza c’è sempre e questi progetti mirano a dimostrarlo!

Noi vogliamo crederci. Perchè senza fiducia, impegno e perseveranza questi fenomeni non arriveranno mai ad una fine.

Noi di Protection4Kids abbiamo imparato dall’ingenuità dei bambini a credere e non sapere che qualcosa è impossibile. Farlo e basta!

Il minimo che possiamo fare è ridare a quegli stessi bambini la forza di credere che un’alternativa c’è, anche se ne sono stati inizialmente privati.

How Much Would you like to Donate?

Details