“Noemi ha 19 anni e la incontriamo una sera in un distributore vuoto, dove ascolta musica con le cuffie mentre aspetta i clienti. Ci racconta che è in strada da circa un anno e impiegherà almeno altri due anni di lavoro in strada per ripagare il debito (in media impiegano 2-4 anni).  Quasi tutte le ragazze riescono a risparmiare una piccola quota mensile da inviare alla famiglia (chi invia 50 chi 200 euro): spesso hanno fratelli più piccoli ai quali in questo modo riescono a garantire una vita più dignitosa di quella che loro hanno avuto, e magari permettere loro di ricevere un’istruzione. Noemi ha gli occhi grandi e tristi, lo sguardo pazzo e triste. Ci dice (parla solo inglese) che per lei va bene stare lì, “è un lavoro come un altro” dice.. Ma il pianto del suo sguardo comunica altro: solitudine e disperazione.  Ma le nigeriane amano la vita e quando dal marciapiede affianco ci raggiunge una sua amica, si mettono a ballare sul suono della musica, a ridere e scherzare. Noemi ci mostra un crocifisso nascosto sotto la giacca e dice di essere cristiana. Dice anche di saper cantare: ci vengono i brividi quando canta qualche gospel cristiano con la sua voce d’angelo, in quel distributore vuoto.”

https://www.globalist.it/news/2018/12/30/storia-di-maddalena-e-delle-ragazze-vittime-della-tratta-di-esseri-umani-2035537.html

In questo blog stiamo conoscendo e riflettendo su storie di ragazze vittime della prostituzione. Alcuni racconti sono a lieto fine, altri purtroppo sono tragici.  Il racconto di Noemi non è a lieto fine ma vi è in esso uno “spiraglio di luce” quando viene dato risalto alla sua passione per il gospel con cui esprime la sua fede, nonostante la sua situazione che non ha nulla di positivo. È per questo che noi definiamo “eroi anti-tratta” figure come Noemi perché riescono ad andare avanti in situazioni davvero senza futuro.

È giusto anche ricordare i dati statistici della vittime: anche in Italia, si aggirano attorno ai 120.000 le vittime di tratta con un numero di clienti stimato di 3.000.000 di persone.  Il giro d’affari  è 90 milioni di Euro annui. Il 37% delle prostitute di strada ha età comprese tra i 13 e i 17 anni dunque minorenni. Nel  mondo invece sono stimate in totale 21 milioni le persone che si prostituiscono. Tra costoro, 18% sono uomini, 12% sono bambini, 21% sono bambine. Tutti dati scandalosi ma purtroppo veri.