PROGETTO GRECIA

Come nasce il progetto

A settembre 2020, un gruppo di volontari Protection4Kids ha visitato vari campi profughi in Grecia nel corso di una missione umanitaria. Passando dai campi di Eleonas, Malakasa, Schisto, e dopo aver incontrato svariati gruppi bisognosi di assistenza, abbiamo capito che in zona c’è un grande bisogno di aiuti concreti che ci siamo impegnati a portare in prima persona.

Tra i campi visitati c’è in particolare il campo curdo di Lavrio, ad un’ora circa da Atene, che ospita 280 persone di cui il 42% è composto da minori. Gli adulti presenti si dividono tra rifugiati ed attivisti politici Curdi provenienti principalmente da Siria (41,43%) e Afghanistan (26,43%).

La peculiarità di questo campo è l’autogestione interna da parte delle e degli abitanti secondo i principi del confederalismo democratico, ispiratosi al modello del Rojava. 

Cosa facciamo

L’azione di Protection4Kids si concentra su due fronti: da un lato, inviamo nuovi gruppi di volontari in missioni umanitarie periodiche, a seguito di adeguata formazione. I volontari sono fondamentali per la distribuzione di beni di prima necessità, per la proposta di workshop per adulti e bambini, per assistere i rifugiati, per un ascolto ed una parola di conforto. Nel gruppo siono sempre presenti dei medici, per aiutare ad arginare la diffusione di problemi sanitari nei campi. 

Un secondo campo d’azione è caratterizzato dalla raccolta di dati e testimonianze, con i quali stiamo lavorando a un report sulle condizioni di vita dei campi volto a evidenziare eventuali violazioni dei diritti umani. 

greece1
greece2

Claudia Manzone, nostra collaboratrice e volontaria in Grecia, scrive:

“Quando pensiamo al Kurdistan abbiamo in mente le rivendicazioni separatiste e le lotte contro il terrorismo. La realtà di Lavrio, trascende queste normali narrazioni e rielabora, seppur, in uno spazio limitato, l’esperienza del Rojava.
Quest’esperienza si nutre dei grandi ideali che tipicamente, e in taluni casi, esclusivamente associamo all’Occidente. Ma pensare femminista è pensare curdo!
Pensare ad una società di uguali, che sono tali nell’accoglienza della differenza: sessuale, religiosa e di provenienza.
“Women and men are same” un concetto, apparentemente medio e vago, e che assume una forza e in alcuni casi una violenza diversa, se nasce in un ambiente notoriamente ostativo nei confronti di una gestione femminista”.

greece3

“Quello del dare è un gesto che porta, con sé, una carica di umanità difficilmente esprimibile.
Oggi, siamo partite e partiti con l’intenzione di aprire le porte del nostro paese attraverso uno dei simboli culinari che lo rappresentano: la pizza!
Alla fine i confini che si sono dischiusi sono stati molti di più: la musica curda ha accompagnato un momento che è nato cantando, cucinando e confrontandosi: sul cibo, sulla musica e, in una nota più malinconica, toccando temi come la questione curda e la guerra siriana.
Dare per dare, ma con la consapevolezza di ricevere, inevitabilmente, la ricchezza della diversità dell’altro, nelle sue molte sfumature”.

GLI OBIETTIVI

Supporto a distanza

Protection4kids sarà un punto di riferimento per i campi del luogo. Il nostro team sarà disponibile per assistere il campo in ogni difficoltà che dovesse affrontare, il supporto avverrà tramite mail e contatti telefonici. In seguito si agirà tempestivamente organizzando spedizioni ed eventi che vadano ad agire concretamente nei campi.

Missioni umanitarie

L’invio di volontari specializzati e di beni di prima necessità è il più importante tra gli obbiettivi che ci siamo posti. Per raggiungerlo stiamo sviluppando nuove modalità, come ad esempio l’evento PROTECTION4X4KIDS, che ha lo scopo di rifornire i campi coniugando la passione per il 4×4 con l’esperienza di volontariato.

Raccolta dati

La collaborazione in queste zone è fondamentale per raccogliere dati e statistiche che sarebbero altrimenti difficilmente reperibili. Questi ci permettono di individuare nuove modalità di intervento, sviluppare nuove collaborazioni ed intervenire nelle aree più in difficoltà.

PARTECIPA ANCHE TU

Per maggiori informazioni o per partecipare alle future missioni inviaci un’e-mail a: Inviaci un’e-mail a: info@protection4kids.com

×

Benvenuto!

Scrivi a uno dei nostri team member o invia una mail all'indirizzo info@protection4kids.com

×