#Theyarenotaloneontheweb

#theyarenotaloneontheweb è la nostra campagna di sensibilizzazione sul dramma della tratta dei minori e della pedopornografia ma a livello digitale.

Se da un lato il tour aiuta a radicare e consolidare un network internazionale di organizzazioni operanti nel settore per sensibilizzare il tema della tratta e della pedopornografia, dall’altro lato #theyarenotaloneontheweb permette di combattere gli adescatori con i loro stessi mezzi: i social network.

Abbiamo preso atto che si tratta di un “tumore sociale”. Abbiamo compreso l’importanza del lavoro di squadra fondato sul solidarismo. Adesso, ci armiamo del medicinale più adatto per spazzare via questa macabra tendenza.

Questi fenomeni vanno combattuti anche su internet. I social network hanno favorito la crescita esponenziale dei reati contro l’infanzia.

Nel Deep Web si annidano da decenni siti e database occulti che conservano e diffondono contenuti pedopornografici. Questi server sono in continuo aggiornamento e ciò è indice dell’incremento dei crimini contro l’infanzia in tutto il mondo.

Noi di Protection4Kids diciamo basta e anche tu, che stai leggendo adesso queste righe, puoi farlo! Si proprio tu che ti senti impotente di fronte a questi atti criminali puoi partecipare!

Con un hashtag sarà possibile condividere contenuti informativi contro la pedopornografia e i trafficanti di minori, partecipando attivamente alla campagna di sensibilizzazione.

Una schiavitù moderna dai numeri sconcertanti ma di cui si parla ancora molto poco.

GLI OBIETTIVI

FAR CONOSCERE I NOSTRI SERVIZI NEL CONTRASTARE GLI ABUSI SUI MINORI

Nella maggior parte dei casi, le famiglie dei ragazzi vittime di questa minaccia, vengono a conoscenza del fenomeno solamente ex post. Venire a conoscenza che il proprio figlio, nella delicata ingenuità che il più delle volte caratterizza gli adolescenti, sia caduto nell’esca di un criminale che utilizza i contenuti inviategli per lucrare sul dolore altrui, è spiazzante e, spesso, può rovinare una famiglia che sente di non avere rimedi. Fortunatamente i rimedi però ci sono, bisogna solamente fare in modo che tutti li conoscano.

Noi di Protection4Kids possiamo eliminare i contenuti compromettenti riportando la serenità in una famiglia che, purtroppo, sentiva di non avere speranze.

I servizi che offriamo sono validi, efficaci e veloci. Tuttavia, devono essere conosciuti!

Con questa campagna di sensibilizzazione possiamo finalmente dare voce a questa opportunità e ridare speranza a migliaia di famiglie e ragazzi vittime di questa tragedia.

Tutto comincia dalla conoscenza…

FAVORIRE LA CONDIVISIONE DI CONTENUTI CONTRO LA TRATTA DEI MINORI E LA PEDOPORNOGRAFIA

Noi di Protection4Kids utilizziamo gli stessi canali di coloro che si macchiano di tali orribili crimini.

Abbiamo comprovato che, se questo genere di crimine è in crescita grazie ai social network, la giusta soluzione sia combatterlo anche con gli stessi mezzi.

La condivisione dei contenuti, attraverso l’hashtag #theyarenotaloneontheweb, permette di diffondere il nostro pourpose oltre i confini nazionali.

Inoltre, i minori, così come sono costantemente minacciati dagli adescatori, troveranno online, negli stessi social dagli stessi utilizzati, l’allarme a questo problema rendendosi conto che questi pericoli esistono.

Partecipa anche tu alla nostra campagna! Una semplice condivisione potrebbe salvare la vita di un bambino.

INFORMARE L’OPINIONE PUBBLICA SULLA NOSTRA MISSIONE

Come il tour vuole procedere ad un’opera di sensibilizzazione concreta e radicata nei territori in cui operiamo, la battaglia sociale attraverso questo hashtag vuole farlo online.

L’informazione e la comunicazione è forte se portata vicino alle persone con delle conferenze, ma diventa indistruttibile quando viene consolidata attraverso il web.

Gli adescatori di minori operano prevalentemente attraverso i social. I giovani ne sono fisiologicamente i maggiori fruitori. Per questo motivo riteniamo che debbano essere educati ad un loro cosciente utilizzo.

Anche solo una semplice “battaglia digitale” può rendere più consapevole un giovane che tra le grandi possibilità che i social possono realizzare vi sono anche gravi pericoli.

CREARE UNA RETE INTERNAZIONALE DI ORGANIZZAZIONI CONTRO GLI ABUSI SUI MINORI

Il parallelismo con il tour è indispensabile. Infatti, noi crediamo che la rete che si sta via via consolidando nella realtà quotidiana, attraverso il nostro intervento, vada anch’essa digitalizzata.

Un network internazionale di organizzazioni che operano anche attraverso i social facendo campagne di sensibilizzazione permette che nella home delle principali applicazioni vi sia un campanello d’allarme a questi crimini.

L’obiettivo è sempre lo stesso: risvegliare le coscienze collettive e portare una causa a questo “tumore sociale”.

Come aderire alla nostra campagna di sensibilizzazione:

Chi aderirà al nostro progetto, dovrà scattare una foto del proprio volto coperto dalle mani. Simbolicamente, questo gesto rappresenta la dignità che viene negata a quanti sono vittime della tratta dei minori o finiscono nella rete pedopornografica. Lo scatto dovrà essere condiviso sui principali social network con l’hashtag #Theyarenotaloneontheweb #P4K.

Perché aderire?

La tratta di minori rappresenta un reato internazionale, punito severamente in tutto il mondo. Le giovani vittime vengono private dei diritti fondamentali e della loro dignità. Non sono libere di muoversi e non possono liberarsi ai propri carcerieri. Ridotte in schiavitù, sono abusate e ridotte a merce per il migliore offerente, pronto ad acquistare immagini o video degli abusi sessuali che subiscono. Non possiamo rimane indifferenti ed è giusto agire. Aderendo al progetto #Theyarenotaloneontheweb, potrai impegnarti in prima persona nella nostra campagna di sensibilizzazione e salvare giovane vite umane.

Quando aderire?

Se motivati, potrete aderire al progetto #Theyarenotaloneontheweb il 20 dicembre 2019, in occasione della Giornata Mondiale della Solidarietà Umana.